Banner di INNrete

Informazioni generali - CCIAA di Ascoli Piceno

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Ascoli Piceno

Informazioni generali

Di seguito vengono fornite istruzioni operative per la cancellazione delle imprese con fallimento chiuso e riguardano sia le società che le imprese individuali (chiusura del fallimento per ripartizione finale dell’attivo o insufficienza dell’attivo) . (1)

La procedura uniforma, quasi completamente, il procedimento di cancellazione sia per le imprese in cui il fallimento è stato dichiarato dopo il 16 luglio 2006 sia per quelle in cui il fallimento è stato dichiarato prima di tale data.(2) Lo scopo della procedura è quello di preservare e migliorare la qualità delle informazioni presenti nel Registro Imprese.

Nelle società il curatore fallimentare (3) chiede la cancellazione dell’impresa o con la presentazione della pratica:

  • telematica (modello S3) pagando 10 euro di diritti di segreteria;
  • su supporto informatico (modello S3 su floppy o CD) pagando 20 euro di diritti di segreteria.

L’imposta di bollo non è dovuta (esenzione in base alla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate protocollo n.954-172916/2006).

Il curatore presenta la pratica  decorso il termine per l’eventuale reclamo (4) . Il curatore deve dichiarare il decorso del suddetto termine nelle Note della pratica Fedra.  

Nelle imprese individuali l’imprenditore deve cancellare l’impresa in alternativa con:

  • l’invio di modello I2 cartaceo in bollo senza diritti di segreteria;
  • la presentazione della pratica o telematica o su supporto informatico firmata digitalmente dall’imprenditore stesso (modello I2) pagando 17,50 per imposta di bollo.

Nel riquadro Note del modello I2 l’imprenditore deve dichiarare che contro il decreto di chiusura del fallimento non è stato proposto reclamo.

_________________

[1] articolo 118 comma 1, numeri 3 e 4 del Regio Decreto n. 267/1942 così come modificato e integrato dal Decreto Legislativo n. 5/2006 e dal Decreto Legislativo n.169/2007;
[2] Data di entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 5 del 2006 – Riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali;
[3] articolo 118 comma 2 del Regio Decreto n. 267/1942 così come modificato e integrato dal Decreto Legislativo n. 5/2006 e dal Decreto Legislativo n.169/2007;
[4] articolo 26 del Regio Decreto n. 267/1942 così come modificato e integrato dal Decreto Legislativo n. 5/2006 e dal Decreto Legislativo n.169/2007.

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese

tel. 0736 279213
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

 

 

Data di redazione: 27/1/2014

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]

 

Calendario eventi

Gennaio 2020
oggi
LunMarMerGioVenSabDom
  1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 

25
 

26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31