Banner di INNrete

Posta Elettronica Certificata - CCIAA di Ascoli Piceno

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Ascoli Piceno

[Stampa]

Posta Elettronica Certificata

È stato pubblicato il decreto del Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA) sulle regole tecniche relative al funzionamento della posta elettronica certificata (Gazzetta Ufficiale del 15 novembre 2005, n. 266).

L'uso sempre più frequente della posta elettronica, in sostituzione dei tradizionali mezzi di trasmissione dei documenti (posta, fax), crea l'esigenza di avere un sistema sicuro e conforme alle norme previste per la documentazione amministrativa.

La Posta Elettronica Certificata:

  • ha lo stesso valore legale delle tradizionale raccomandata con avviso di ricevimento (garantendo, quindi, l'opponibilità a terzi dell'avvenuta consegna);
  • garantisce l'integrità e la riservatezza del messaggio;
  • garantisce l'identificazione certa del mittente;
  • certifica l'avvenuto recapito del messaggio: in questo modo i messaggi di posta elettronica certificata hanno lo stesso valore  della notifica per mezzo della posta tradizionale nei casi consentiti dalla legge (Decreto del Presidente della Repubblica n.68 dell'11 febbraio 2005 - Gazzetta Ufficiale n. 97 del 28 aprile 2005).

L'indirizzo di posta sarà inserito nei dati del Repertorio Economico Amministrativo. L'inserimento e le successive modifiche di questo dato nel REA sono gratuiti.

I servizi di PEC sono forniti dagli operatori di mercato abilitati dall'Ente nazionale per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione - DigitPA . L'elenco degli operatori è consultabile all'indirizzo http://www.digitpa.gov.it/pec_elenco_gestori 

 

Link utili:

  • http://www.inipec.gov.it/ - Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico che raccoglie tutti gli indirizzi di PEC delle Imprese e dei Professionisti presenti sul territorio.
  • http://www.indicepa.gov.it/ - L'Indice delle Pubbliche Amministrazioni costituisce l'archivio ufficiale contenente i riferimenti degli Enti Pubblici: organizzativi, telematici e toponomastici.

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese

tel. 0736 2791   
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it


Ufficio Relazioni con il Pubblico
tel. 0736 279217 
e-mail urp@ap.camcom.it

 

 

Data di redazione: 10/1/2014

 

[Stampa]

[Stampa]

Cancellazione PEC non valide

 pec fermo

 

Notificazione avvio del procedimento ex art. 2190 c.c. ai sensi dell’art. 8 della legge 241/1990.
 
Avvio del procedimento di cui all’art. 2190 del codice civile avente ad oggetto l’iscrizione d’ufficio nel registro delle imprese della notizia che l’indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è invalido.


L'avvio del procedimento amministrativo in oggetto indicato di cui alla determina del Conservatore del 03/04/2017 viene notificato alle imprese mediante la modalità massiva di pubblicazione all'Albo Camerale "on line" raggiungibile dalla home page del sito www.ap.camcom.gov.it.

 

Cancellazione PEC - Notifica avvio procedimento


Notificazione dell'avviso di avvio del procedimento amministrativo di iscrizione d’ufficio nel registro delle imprese della notizia che l’indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è revocato ovvero scaduto ovvero non univoco. Determina di avvio del procedimento di cui all’art. 2190 del codice civile effettuata ai sensi dell’art. 8 della legge 241/1990 e relativi allegati contenenti l'elenco delle P.E.C. interessate.

 

Descrizione PDF ODS XLS
Provvedimento
File PDF firmato digitalmente .P7M
 p7m 165 Kb    
Provvedimento
File PDF non firmato
 pdf 163 Kb    
Allegato
Elenco ordinato per indirizzo PEC
 pdf 719 Kb  ods 278 Kb  xlsx 400 Kb

 

Data di pubblicazione: 29/03/2018

 


 pec ap

 

Notificazione avvio del procedimento ex art. 2190 c.c. ai sensi dell’art. 8 della legge 241/1990.
 
Avvio del procedimento di cui all’art. 2190 del codice civile avente ad oggetto l’iscrizione d’ufficio nel registro delle imprese della notizia che l’indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è invalido.


L'avvio del procedimento amministrativo in oggetto indicato di cui alla determina del Conservatore del 03/04/2017 viene notificato alle imprese mediante la modalità massiva di pubblicazione all'Albo Camerale "on line" raggiungibile dalla home page del sito www.ap.camcom.gov.it.

 

Cancellazione PEC - Notifica avvio procedimento


Notificazione dell'avviso di avvio del procedimento amministrativo di iscrizione d’ufficio nel registro delle imprese della notizia che l’indirizzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) è revocato ovvero scaduto ovvero non univoco. Determina di avvio del procedimento di cui all’art. 2190 del codice civile effettuata ai sensi dell’art. 8 della legge 241/1990 e relativi allegati contenenti l'elenco delle P.E.C. interessate.

 

Descrizione PDF ODS XLS
Provvedimento
File PDF firmato digitalmente .P7M
p7m 169 Kb    
Provvedimento
File PDF non firmato
pdf 163 Kb    
Allegato
Elenco ordinato per indirizzo PEC
pdf 719 Kb ods 278 Kb xlsx 400 Kb

 

Data di pubblicazione: 10/05/2018

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese
tel. 0736 2791   
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

 

 

 

Data di redazione: 10/5/2018

 

[Stampa]

[Stampa]

Obbligo PEC per le società

Dal 29 novembre 2008 (Decreto-Legge 29 novembre 2008, n. 185 - Decreto anti-crisi- pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 280 del 29 novembre 2008) è obbligatorio indicare l'indirizzo di PEC (Posta Elettronica Certificata) nella domanda di iscrizione al Registro delle Imprese delle nuove società. 

La Camera di Commercio di Ascoli Piceno, su indicazione di Unioncamere, aveva stabilito che non avrebbe rifiutato l'iscrizione della domanda priva dell'indirizzo di posta elettronica certificata della società fino alla conversione in legge  del decreto stesso.

La conversione è avvenuta con Legge n. 2 del 29 gennaio 2009 (Gazzetta Ufficiale n. 22 del 28 gennaio 2009). 

Nel dettaglio la nuova normativa prevede:

  • per le nuove società che … "Le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese (o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrita' del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilita' con analoghi sistemi internazionali)"…;
  • per le società già iscritte che …" Entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge tutte le imprese, già costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata. L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria"…;
  • per i Professionisti che …" I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (( o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6 )) entro un anno dalla data di entrata in vigore ((del presente decreto. Gli ordini e i collegi pubblicano in un elenco riservato,consultabile in via telematica esclusivamente dalle pubbliche amministrazioni,i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata.))".

I servizi di PEC sono forniti dagli operatori di mercato abilitati dal Centro per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA).

L'elenco degli operatori CNIPA è consultabile all'indirizzo http://www.cnipa.gov.it/site/it-IT/Attivit%C3%A0/Posta_Elettronica_Certificata__(PEC)/ 

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese

tel. 0736 2791   
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

Ufficio Relazioni con il Pubblico
tel. 0736 279217  
e-mail urp@ap.camcom.it

 

 

Data di redazione: 10/1/2014

 

[Stampa]

[Stampa]

Obbligo PEC per le imprese individuali

Posta elettronica certificata

 

 

Il c.d. “Decreto sviluppo bis” (D.L. 18 ottobre 2012, convertito in legge 17 dicembre 2012, n. 221) all’art. 5 estende l’obbligo di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) anche alle imprese individuali che si iscrivono al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane, così come già previsto per le altre imprese costituite in forma societaria.
 

Pertanto, tutte le domande di prima iscrizione di impresa individuale al Registro Imprese, devono obbligatoriamente contenere l'indirizzo PEC dell'impresa.


La mancata indicazione della casella PEC comporta la sospensione della domanda per 45 giorni; trascorso tale periodo, la domanda si intende non presentata.

 

Le imprese individuali, già iscritte nel Registro delle Imprese prima dell’entrata in vigore del suddetto decreto legge hanno l’obbligo di provvedere all’iscrizione del proprio indirizzo P.E.C. entro il 30 giugno 2013.

 

Vai al sito del Registro imprese per l'iscrizione della PEC

 

La mancata comunicazione comporta l’irrogazione delle sanzioni pecuniarie di cui all’art. 2630 del Codice Civile.


La comunicazione della P.E.C. è esente dall’imposta di bollo e da diritti di segreteria.

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese

tel. 0736 2791   
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

 

Data di redazione: 1/12/2014

 

[Stampa]

[Stampa]

Obbligo PEC procedure concorsuali

Il curatore, il commissario  giudiziale e il commissario liquidatore, entro dieci giorni dalla nomina, comunicano al Registro delle  imprese, ai fini dell'iscrizione,  il  proprio  indirizzo  di  posta  elettronica certificata.

 

La previsione di tale adempimento, in vigore dal 1° gennaio 2013, è stata introdotta dall’art. 1, comma 19 della Legge 228/2012 (Legge di stabilità 2013) che ha aggiunto il comma 2 bis all'art. 17 del D.L. 179/2012  (decreto "sviluppo bis" ).

 

Costi

L'adempimento è esente dall'imposta di bollo ed è soggetto a diritti di segreteria nella misura di euro 10,00 e può essere abbinato con l’adempimento di cui all’art. 29 del D.L. n. 78/2010, purché si rispetti il minor termine (10 giorni).

Modulistica

Compilazione della modulistica con il software Starweb

  • selezionare l’opzione “comunicazione Unica Impresa” – “Variazione” – Dati persone – Variazione domicilio Persona/fisica/Giuridica e cliccare su “Continua”;
  • indicare il n.ro di persone fisiche da variare (1) e cliccare su “Variazione domicilio”;
  • cliccare su “Lista persone”, selezionare dall’elenco la persona e indicare, nel riquadro del domicilio, la data di variazione e l’indirizzo di posta elettronica certificata da iscrivere;
  • nel riquadro NOTE deve inoltre essere indicato “Comunicazione della PEC da parte del curatore/commissario/commissario liquidatore ai sensi dell’art. 1, comma 19 della L. 228/2012”.

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese

tel. 0736 2791  
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

 

Data di redazione: 10/1/2014

 

[Stampa]

[Stampa]

Normativa

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie - Decreto 2 novembre 2005 - Regole tecniche per la formazione, la trasmissinone e la validazione anche temporale, della posta elettronica certificata (Gazzetta Ufficiale n.266 del 15 novembre 2005); 

Codice dell'Amministrazione Digitale - Decreto Legislativo n. 82 del 2005 (Gazzetta Ufficiale n. 112 del 16 maggio 2005)

Decreto del Presidente della Repubblica n.68 del 2005  (Gazzetta Ufficiale n. 97 del 28 aprile 2005)

Decreto del Presidente della Repubblica  n.445 del 2000

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese
tel. 0736 2791   
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

Ufficio Relazioni con il Pubblico
tel. 0736 279217  
e-mail urp@ap.camcom.it

 

 

Data di redazione: 10/1/2014

 

[Stampa]