Banner di INNrete

La pratica digitale - CCIAA di Ascoli Piceno

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Ascoli Piceno

La pratica digitale

IMPORTANTE

Procura speciale - Disposizione del Conservatore del registro imprese

 

Si comunica che dal 3 febbraio 2020 l'Ufficio del Registro delle Imprese non accetterà domande di iscrizione o deposito cui sia allegato il file con la delega di firma all'intermediario, cioè la cd. procura speciale firmata manualmente.

Dal 3 febbraio 2020 il soggetto obbligato o legittimato alla presentazione della domanda o denuncia o dell'atto da pubblicare (es. titolare impresa individuale, legale rappresentante, amministratore, liquidatore, sindaco, revisore, ecc.), senza eccezioni, dovrà quindi presentare la modulistica ministeriale sottoscritta con la propria firma digitale.

Comunicazione del Conservatore su uso della procura 

 


 

La presentazione delle domande e dencunce di tutti i soggetti iscritti nelle sezioni ordinarie e speciali del Registro Imprese può avvenire unicamente per via telematica.

 

Pratica telematica
Tutti i file, compresi gli allegati, devono essere in formato Pdf/a  e devono essere firmati digitalmente dal soggetto obbligato.
La  pratica telematica viene trasmessa on-line da chi ha stipulato il contratto Telemaco.


Il versamento dei diritti e dell'imposta di bollo delle pratiche telematiche avviene on-line con il servizio Telemaco.

 

Chi deve firmare digitalmente la pratica?
A firmare digitalmente la pratica sarà lo stesso soggetto tenuto a firmare la pratica cartacea (legale rappresentante della società, amministratore che iscrive la propria nomina, membro effettivo del collegio sindacale che comunica la cessazione dell'amministratore, ecc.).
Nella pratica telematica, quando il soggetto che spedisce la pratica è diverso da quello che ha sottoscritto digitalmente la domanda, la distinta sarà firmata anche dal primo (intermediario).
La pratica potrà essere presentata anche dal notaio che ha redatto l'atto costitutivo o ha autenticato le firme di un atto costitutivo o modificativo dello statuto della società.

 

Cosa succede quando il soggetto obbligato non è in possesso del dispositivo di firma digitale?
Si hanno tre possibili alternative:

  1. ci si reca in Camera di Commercio e si richiede la firma digitale. Ogni società ha diritto ad ottenere gratis un dispositivo di firma digitale;
  2. si conferisce l'incarico a un dottore commercialista, ragioniere o perito commerciale iscritto nel rispettivo Albo o Ordine professionale;
  3. si utilizza la procura ComUnica (pdf 10 Kb).

 

Conferimento dell'incarico al professionista
Questa possibilità è stata prevista dalla legge 24 dicembre 2003, n.350 (legge finanziaria 2004), che ha aggiunto due nuovi commi all'art. 31 della legge 24 novembre 2000, n.340: il comma 2-quater e il comma 2-quinquies.
Il comma 2-quater ha stabilito che il bilancio di esercizio e l'elenco soci possono essere trasmessi telematicamente da un dottore commercialista, ragioniere o perito commerciale iscritto al relativo Albo professionale e in possesso di dispositivo di firma digitale, che abbia ricevuto l'incarico al deposito da parte del legale rappresentante della società.
Il comma 2-quinquies ha previsto che il commercialista incaricato, può altresì attestare la conformità dei documenti trasmessi agli originali depositati presso la società. Ha previsto inoltre che lo stesso può inviare telematicamente o presentare su supporto informatico, oltre ai bilanci, tutti gli altri atti societari per la cui redazione la legge non preveda espressamente l'intervento del notaio.

A tal fine il professionista incaricato dovrà apporre nel riquadro note di Fedra, le seguenti due autocertificazioni: "io sottoscritto ...............................................................................… dottore commercialista/ragioniere/perito commerciale dichiaro di essere iscritto al n. …........ dell'Albo della provincia di ….......................................................... e che nei miei confronti non esistono provvedimenti disciplinari di sospensione o cancellazione che impediscano l'esercizio della professione; dichiaro altresì di aver ricevuto l'incarico dal legale rappresentante sig....................................................................... della società.......................................................
(oppure dai signori .................................................................…) ad effettuare l'iscrizione/il deposito al Registro delle Imprese, ai sensi dell'art. 2, comma 54, della legge 24 dicembre 2003, n.350".

 

Costi

  1. per iscrizioni, modifiche e cancellazioni
    • 90,00 Euro per le società;
    • 18,00 Euro per le imprese individuali
  2. per deposito bilancio ed elenco soci
    • inviati telematicamente 62,70 Euro;
  3. per iscrizioni e modifiche al R.E.A. e altre tipologie di domande
    • 30,00 Euro per le società;
    • 18,00 Euro per le imprese individuali.
  • Imposta di bollo
    L'imposta di bollo dovuta per le pratiche telematiche è unica a prescindere dal numero totale di pagine ed è comprensiva sia del bollo dovuto per la domanda che di quello per l'atto allegato.
    Tale imposta di bollo varia a seconda della natura giuridica dell'impresa:
    a) per le imprese individuali … 17,50 Euro;
    b) per le società di persone ... 59,00 Euro;
    c) per le società di capitali ... 65,00 Euro;
    d) iscrizione all'Albo delle Cooperative... 16,00 Euro.

 

 

 

 

Mancato funzionamento degli strumenti informatici.
Il Ministero dello Sviluppo Economico con Decreto del 6 agosto 2004 (Gazzetta Ufficiale n. 197 del 23 agosto 2004), ha introdotto alcune novità in materia di presentazione delle pratiche informatiche al Registro delle Imprese da parte delle società.

Il Decreto stabilisce che in caso di mancato funzionamento degli strumenti o dei dispositivi informatici necessari per la predisposizione delle pratiche, per un periodo di oltre tre ore consecutive, l'utente può presentare al Registro delle Imprese la distinta di accompagnamento stampata su carta e sottoscritta con firma autografa da parte del soggetto obbligato (l'amministratore o il professionista incaricato cioè un dottore commercialista iscritto all'ordine o un ragioniere o un perito commerciale iscritto al collegio).

L'utente dovrà comunque allegare una copia degli atti che accompagnano la pratica e una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (articolo 47 della Legge n.445 del 28 dicembre 2000) con la quale dovrà attestare i motivi del malfunzionamento.

La pratica cartacea è soggetta a protocollazione, ma il pagamento dei diritti di segreteria avverrà al momento della presentazione della pratica con firma digitale che sostituirà quella cartacea a carattere provvisorio. Entro cinque giorni dal venir meno del malfunzionamento l'utente dovrà provvedere alla presentazione della pratica e degli atti che l'accompagnano apponendo la firma digitale e comunicando gli estremi del protocollo precedentemente assegnato. In caso di smarrimento, sottrazione o malfunzionamento del dispositivo di firma digitale l'utente dovrà procedere nello stesso modo sopra indicato presentando la pratica completa, firmata digitalmente in sostituzione di quella cartacea temporanea, entro dieci giorni dal venir meno della causa che ha generato l'impedimento.

Il Decreto disciplina inoltre l'invio di atti particolarmente voluminosi non generati con sistema informatico o in formato non standard (es. planimetrie). Questi atti voluminosi, il cui numero di pagine non deve comunque essere inferiore a 30, possono essere consegnati presso gli sportelli della Camera di Commercio su CD-rom con firma digitale o direttamente su carta.

Software Fedra Plus e Starweb
La domanda telematica si predispone con il software "Fedra Plus" o con altro programma informatico compatibile e conforme alle specifiche tecniche indicate nel sito http://web.telemaco.infocamere.it.

 

Approfondimenti

 

  • http://www.registroimprese.it/-  Il sito ha due funzioni fondamentali e complementari:
    1.   è l'immediata porta di accesso all'intero sistema informativo camerale
    2.   è un vero e proprio sportello virtuale - sempre aperto al pubblico - per l'invio e il deposito di tutte le pratiche e degli atti concernenti la vita delle imprese.
  • Circolare n. 3689/C del 6/5/2016 - Istruzioni modulistica registro delle imprese (pdf 87 Kb)
    Appunto 1684 - Istruzioni (nella forma pubblicata in Gazzetta Ufficiale) (pdf 573 Kb)
    Appunto 1685 - Istruzioni (versione con evidenziate le modifiche rispetto alla precedente edizione) (pdf 578 Kb)
  • Circolare n. 3681/c del 30/06/2015 - Nuova modulistica registro delle imprese/REA, approvata con D.M. 22 giugno 2015 (pdf 139 Kb);
  • Circolare n. 3668/c  del 27/2/2014 - Istruzioni per la compilazione della modulistica per l'iscrizione e il deposito nel registro delle imprese e per la denuncia al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (REA), realizzata secondo le specifiche tecniche approvate con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 ottobre 2013 (pdf 547 Kb);

 

 

Servizio informativo
Ufficio Registro Imprese
tel. 0736 2791
e-mail registro.imprese@ap.camcom.it

 

 

Data di redazione: 5/12/2019

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]

 

Calendario eventi

Gennaio 2020
oggi
LunMarMerGioVenSabDom
  1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 

25
 

26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31